Caricamento Eventi

Regia di Dexter Fletcher, Bryan Singer  Con Rami Malek, Mike Myers, Aidan Gillen, Tom Hollander, Joseph Mazzello, Lucy Boynton, Allen Leech, Michelle Duncan, Aaron McCusker, Max Bennett, Gwilym Lee, Ben Hardy. Gran Bretagna. Anno 2018. Durata 106′

Bohemian Rhapsody, un film del 2018 diretto da Dexter Fletcher, ripercorre i primi quindici anni del celebre gruppo dei Queen.
Nel 1970, Farrokh Bulsara (Rami Malek), studente britannico di origine parsi, assiste all’esibizione della band Smile. Conclusa la serata, il frontman abbandona il gruppo e Farrokh si presenta al batterista Roger Taylor (Ben Hardy) e al chitarrista Brian May (Gwilym Lee), offrendosi di rimpiazzarlo. Quella stessa sera, il ragazzo si invaghisce di Mary Austin (Lucy Boynton).
Con l’ingresso del bassista John Deacon (Joseph Mazzello) la band è al completo e modifica il nome in “Queen”. Grazie al carisma di Farrokh, che cambia legalmente il suo nome in Freddie Mercury, il gruppo fa colpo su John Reid (Aidan Gillen), manager della casa discografica EMI.
La stravagante e futuristica sperimentazione musicale accresce l’interesse del pubblico e i Queen raggiungono la fama. Quando il dirigente Ray Foster (Mike Myers) rifiuta di presentare il loro quarto album, ‘A Night at the Opera’, con il lancio di ‘Bohemian Rhapsody’, la band abbandona la casa discografica.
Intanto Freddy sposa Mary ma inizia a provare dubbi sulla sua sessualità. Tormentato dall’amore che prova per sua moglie e dal giudizio della famiglia di fede zoroastriana, Freddie rischierà, ed intraprenderà una relazione con il suo manager Paul Prenter (Allen Leech).
Negli anni Ottanta, iniziano a nascere le prime tensioni e Paul allontana progressivamente Freddie dagli altri membri della band.
Nel corso di una delle dissolute feste organizzate dal suo compagno, il cantante si imbatte nel cameriere Jim Hutton (Aaron McCusker), che lo induce a contemplare l’incapacità di accettare sé stesso.
Intanto, la stampa sembra interessata solo alla sessualità del cantante e la censura del video di ‘I Want to Break Free’ non fa che alimentare i gossip sulla vita privata di Freddie. Sotto consiglio di Paul, il cantante lascia la band e firma un contratto milionario con la CBS Records come solista, trasferendosi a Monaco.
La sua vita continua all’insegna degli eccessi, fino a quando la visita inaspettata di Mary lo convincerà a riprendere in mano la sua carriera. La donna lo persuade a partecipare con i Queen al concerto Live Aid organizzato da Bob Geldof a Wimbledon.
Mentre Freddie tenta di recuperare i rapporti con la band, le analisi rivelano che ha contratto l’AIDS.
Il 13 luglio 1985 Freddie fa visita all’ortodossa famiglia e trova, finalmente, il coraggio per presentarsi alla porta di Jim, prima di salire sul palco che lo consacrerà per sempre tra le stelle del rock.